Seguici su

tipicotipica twitter

tipicotipica facebook

tipicotipica youtube

tipicotipica google+



 

CENNO STORICO

Il territorio molisano in età preromana faceva parte del territorio abitato dai Sanniti, chiamato Sannio. Questa popolazione si oppose agli Etruschi, agli Umbri e poi ai Romani con i quali combatte varie guerre, al termine delle quali il Sannio entrò a fare parte dei domini di Roma.

molisesaepinumteatro

Dopo la fine dell’impero romano, il Molise dapprima venne inglobato nel longobardo Ducato di Spoleto e poi entrò a far parte del regno dei Franchi. Nel corso del IX secolo, mentre le incursioni dei Saraceni danneggiavano le località costiere, nei territori interni si costituivano grandi feudi. Tali feudi furono sottoposti dapprima ai Normanni, poi agli Angioini e agli Spagnoli, e infine passarono sotto il controllo dei Borboni che li inglobarono nel Regno delle Due Sicilie. Nel 1861 il Molise entrò a far parte del Regno d’Italia.

 

Un territorio instabile

I rilievi molisani sono composti da rocce che vengono erose con facilità; di conseguenza nella regione ci sono vaste zone a Calanchi. La friabilità delle rocce, inoltre, fa si che il terreno sia soggetto a frane e smottamenti. A ciò si aggiunge il pericolo dei terremoti: il Molise infatti e una delle regioni italiane a più alto rischio sismico. I terremoti più rovinosi dell’ultimo secolo sono stati quelli del 1962, del 1980 e del 2002, che ha causato gravi danni a numerose località.